Benessere del Corpo

#GraniAntichiFVG: dal Friuli una risorsa per la tua Salute, con un occhio di riguardo anche per il gusto!

Ma prima di cominciare: che differenza c’è tra Grani Antichi 

e grani Moderni?

I cosiddetti Grani Antichi sono varietà che erano presenti in Italia all’inizio del ‘900. Le sementi erano varie, e prodotte a livello familiare.

Gli unici processi di “miglioramento” che hanno subito sono il tradizionale incrocio, il quale avviene naturalmente e fa parte del naturale ciclo della pianta, e la selezione da parte dell’Uomo, con il fine di scegliere le sementi migliori di anno in anno.

Questi Grani sono stati recentemente recuperati da piccoli produttori e ricercatori che li hanno studiati e fatti riprodurre.

Durante la cosiddetta “rivoluzione verde” degli anni ’40 sono state invece sviluppate le varietà di grano dette “moderne”.

Queste sono state create appositamente per l’industria: dovevano essere di taglia bassa, molto produttive e nutrienti.

Nel crearle si è infatti posta molta attenzione nella selezionare di grani dall’alto contenuto proteico. Le principali proteine su cui si è posta attenzione sono quelle gluteniniche (gliadine e glutenine): in queste varietà esse hanno subito modifiche qualitative, che le hanno rese meno digeribili.

Non si sono però considerati gli aspetti salutistico-nutrizionali ed altri aspetti agronomici molto importanti per la Salute dell’Uomo e della Terra.

Perché scegliere proprio
#GraniAntichiFVG?

Anzitutto per la ricchezza di nutrienti: le nostre varietà, infatti, contengono molti più composti ad alto valore nutrizionale rispetto ai grani “moderni”. Questi composti, non presi in considerazione durante la “rivoluzione verde”, sono presenti solo in minor parte nei grani “moderni”.

Le nostre farine sono poi poco raffinate. Hanno quindi un alto contenuto di fibre, necessarie per una corretta digestione, rispetto alle farine “0” e “00”.

Sono perciò migliori dei prodotti a base di grani “moderni” dal punto di vista Salutistico

Vi è poi una funzione di prevenzione nei confronti del diabete di tipo 2, come dimostrano alcuni studi delle università di Firenze e Urbino.
Aiutano a mantenere basso l’indice glicemico, stabilizzando i livelli di glucosio nel sangue e aiutando a controllare i livelli di colesterolo.
All’università di Urbino hanno anche dimostrato come, se consumati regolarmente, i Grani Antichi aiutino a contrastare l’obesità.
Le farine poco raffinate conservano poi i micronutrienti della cariosside (parte esterna del chicco). Risultano quindi nutrizionalmente migliori, aumentando il senso di sazietà.

Le varietà di frumento #GraniAntichiFVG sono povere di glutine, adatte a persone presentanti NCGS (o Sensibilità al Glutine) ma NON ai Celiaci. Il glutine in esse contenuto è inoltre qualitativamente migliore per il nostro organismo rispetto a quello presente nelle varietà moderne.

Essendo più digeribile e tollerabile riduce il rischio di sensibilizzazione e l’insorgenza di NCGS.

I nostri prodotti di grano tenero e farro, tuttavia, sono SCONSIGLIATI A PERSONE CELIACHE: per chi ha questa necessità noi consigliamo le farine di mais o altri cereali rigorosamente certificati Gluten Free.