Il Territorio

Friuli Venezia Giulia: una regione che è stata da sempre terra contesa, sia per la fertilità dei terreni sia per la posizione strategica. 

Di recente è diventata un’ottima meta per il turismo enogastronomico e paesaggistico, anche grazie agli stupendi panorami e all’ottima cucina tradizionale.

Storicamente i confini del Friuli Venezia Giulia sono stati definiti, per come li conosciamo oggi, nel 1947: la storia dell’identità regionale ha avuto inizio, però, molto prima. Risalgono infatti all’epoca Romana svariate cittadine della Regione: Cividale, Aquileia Zuglio e Trieste per citarne alcune. Il nome Friuli deriva, infatti, da Forum Iulii, in omaggio alla Gens Iulia della quale Giulio Cesare e Cesare Ottaviano Augusto facevano parte.

Nel 1077 nasce invece, per mano dell’Imperatore Enrico IV, la Patria del Friuli, posta sotto il governo dei Patriarchi di Aquileia: questo anno è quindi considerato da molti l’anno di fondazione del Friuli.

Il Territorio:

Il Friuli Venezia Giulia è una Regione variegata sia dal punto di vista climatico che da quello geomorfologico. Una grande tipicità è data dai fiumi: la maggior parte di essi, infatti, scorre prevalentemente sotto terra, alimentando le falde. Ciò, unito alla presenza di suoli molto drenanti, crea terreni adatti a moltissimi tipi di coltura. Tra questi troviamo maisfrumento, patate, uva  e una grande varietà di prodotti ortofrutticoli.

La Geografia:

A sud troviamo l’Adriatico, accolto dal Friuli con delle coste rocciose, sabbiose o lagunari a seconda della zona. Il clima costiero è di tipo submediterraneo, mite e ventilato, e i terreni sono tendenzialmente sabbiosi e drenanti.

Ad est i terreni sono invece carsici. Queste zone, e il Collio in particolare, sono rinomate a livello mondiale per la qualità dei vini prodotti grazie ai terreni calcarei.

A nord si trovano le Alpi Giulie, caratterizzate dal loro tipico clima montano. Qui ci sono molte ottime mete turistiche sia estive che invernali, anche grazie agli stupendi panorami che questi luoghi offrono.

Al centro vi è infine una vasta pianura, caratterizzata soprattutto da terreni ghiaiosi (le cosiddette Grave) e ricca di corsi d’acqua, di cui i principali sono Tagliamento, Natisone e Isonzo.

L'Agricoltura:

In Friuli si sono adattate molte colture, anche grazie alle caratteristiche terre magre, anche dette grave o magredi.

Qui i nostri Grani Antichi hanno trovato un ambiente ideale. Essi necessitano infatti di terreni poveri e non umidi ma al contempo hanno bisogno di acqua, onnipresente nel Friuli centrale grazie ai molti fiumi e al clima umido.

L’agricoltura praticata in Friuli Venezia Giulia è soprattutto di tipo tradizionale, ma le cose stanno lentamente cambiando. Negli ultimi anni, infatti, è nata in molti produttori la volontà di preservare l’ambiente. In tanti hanno quindi deciso di seguire la via della Sostenibilità Ambientale, anche grazie allo sviluppo di nuove tecnologie in ambito agrario.

In questo contesto di cambiamento si inserisce #GraniAntichiFVG, la nostra Cooperativa, con l’obbiettivo di diventare un punto di riferimento per tutti gli agricoltori interessati al benessere dell’ambiente e del corpo.